Primary Level Menu

Voluntary Disclosure

Comunicazioni al Fisco italiano da 90 Stati esteri

Voluntary – bis estesa al 2015

Voluntary bis

Una voluntary bis con le stesse sanzioni. Questo é il piano del Governo che prevede un entrata di circa 4 miliardi di euro nelle casse erariali. L’ipotesi di una riapertura é sempre più probabile in considerazione del fatto che dal 2018 lo scenario internazionale verrà a cambiare quando sarà operativo lo scambio automatico di informazioni tra le autorità fiscali dei diversi paesi.

Voluntary e Quadro RW

Quadro RW in Unico 2016 per chi ha presentato la voluntary. Coloro che hanno presentato la voluntary disclosure dovranno quest’anno fare attenzione alla compilazione del Quadro RW in Unico 2016 in quanto sarà differente secondo le modalità per cui sono state effettuate le adesioni spontanee:

La voluntary bis potrebbe valere 2 miliardi

Sta prendendo sempre più piede la possibilità di una seconda voluntary che secondo le prime stime potrebbe fruttare ancora tra 1 e 2 miliardi. Questo darebbe tempo agli ultimi evasori di regolarizzarsi prima che scatti lo scambio automatico di informazioni fiscali dato che già dal 2018 oltre novanta paesi aderiranno allo standard Ocse.

VOLUNTARY: SI STIMANO OLTRE 4MILIARDI DI EURO DI INCASSI TOTALI

Un gettito di 3,8 miliardi di euro al netto degli interessi: questa la prima stima degli incassi della voluntary disclosure all’indomani della scadenza dell’invio delle domande (30 novembre).

E' BOOM DI POLIZZE VITA

Con la voluntary disclosure si sta assistendo ad un incremento di richieste di polizze vita. Esse, garantendo rendimenti certi, diventano infatti una scelta sicura per molti in quanto impignorabili, insequestrabili ed esenti da tassa di successione.

VOLUNTARY DISCLOSURE: BOOM DI RICHIESTE

Al 30 settembre emersi giá 28 miliardi di euro.

Si é incontrata enorme difficoltá a gestire le numerosissime domande e per questo é stata decisa la proroga al 30 novembre con la possibilitá che venga ulteriormente slittata al 31 dicembre 2015.

31 EMENDAMENTI PER RIDISEGNARE LA PROROGA DELLA VOLUNTARY DISCLOSURE

  • di Cristina Bartelli da Fiscooggi.it del 13 ottobre 2015

Un fascicolo di modifiche light è stato presentato in commissione finanze del senato all’atto 2070, la legge di conversione del decreto legge 153/2015 sulla proroga della collaborazione volontaria.

VOLUNTARY DISCLOSURE SENZA VERIFICHE PARZIALI

Con il Dl 153/2015 pubblicato il 30 settembre 2015 viene decisa una proroga senza sanzioni ne aggravi spostando il termine tecnico della presentazione delle istanze al 30 novembre, unificando il termine di conclusione di rientro capitali al 31 dicembre 2016.

Pagine

Subscribe to RSS - Voluntary Disclosure