Primary Level Menu

Rientro Capitali Estero

Voluntary bis

Una voluntary bis con le stesse sanzioni. Questo é il piano del Governo che prevede un entrata di circa 4 miliardi di euro nelle casse erariali. L’ipotesi di una riapertura é sempre più probabile in considerazione del fatto che dal 2018 lo scenario internazionale verrà a cambiare quando sarà operativo lo scambio automatico di informazioni tra le autorità fiscali dei diversi paesi.

VOLUNTARY DISCLOSURE

La Voluntary Disclousure è una procedura utilizzabile per regolarizzare le omissioni poste in essere relativamente agli obblighi di dichiarazione annuale dei capitali e altre attività patrimoniali detenute all'estero, nonché le eventuali irregolarità poste in essere in Italia.

Il contribuente deve presentare un'istanza all'Amministrazione finanziaria indicando tutti gli investimenti e le attività detenute all'estero, corredate dai relativi documenti, nonchè di tutte le informazioni relative ai redditi e per tutti gli anni accertabili.

VOLUNTARY DISCLOSURE

Le stime parlano di 150-200 miliardi di euro detenuti in maniera illegale all'estero e il Governo è pronto ad intervenire a breve per definire le nuove modalità di rimpatrio di questi capitali. Non si tratterà di un altro scudo fiscale, con le modalità agevolate degli ultimi due, ma sicuramente sarà l'ultima possibilità che avranno i contribuenti per regolarizzare le loro posizioni.

Pagine

Subscribe to RSS - Rientro Capitali Estero