Primary Level Menu

Comunicazioni al Fisco italiano da 90 Stati esteri

È scaduto il 30 settembre il termine fissato per la trasmissione dei dati finanziari da parte dei paesi che hanno aderito allo scambio di informazioni. Tra questi paesi vi sono anche le Cayman, le Isole Vergini britanniche, Anguilla e a partire dal 2018, con riferimento al 2017, arriveranno le informazioni anche da paesi come Hong Kong, Montecarlo, Svizzera, Austria. Le informazioni che perverranno al Fisco italiano verranno incrociate con i dati già disponibili all'interno dell'Anagrafe Tributaria e consentiranno di effettuare approfondimenti mirati sul rischio evasione di alcuni contribuenti. I dati verranno incrociati con quanto riportato nelle dichiarazioni dei redditi e con quelli di coloro che hanno aderito alla Voluntary Disclousure (prima e seconda edizione appena conclusasi). Bisognerà quindi attendere e vedere come e in che modo verranno utilizzate le informazioni che si aggiungeranno alla mole di dati già disponibili al Fisco.